Archivio mese: maggio 2015

Ronde delle Zolfare 2015 – Classifiche, Cronologici, Fotografie

 

CLASSIFICHE

CLASSIFICA ASSOLUTA       CLASSIFICA ASI      CLASSIFICA NON ASI

CLASSIFICA CLASSIC      CLASSIFCA POST CLASSIC      CLASSIFICA MODERN

CRONOLOGICI EQUIPAGGI

PASSANANTE-PISCIOTTA      LAFISCA-MARCHESE      CATALANO-VARIO      ACCARDO-MESSINA

ARIOSTO-MACALUSO     CANNAVO’-FIORINO     BECCHINA-AMABILE      CAPUTO-GUADALUPI

CALIRI-STROSCIO      PIRRONE-PIRRONE     GINEVRA-BRUCCHERI      AMICO-CHIOFALO

MARCHESE-DOLCE     TRIPODI-D’ALBERTO      FINE-CAMPIONE       LIONTI-CATTAFI

TARANTINO-FIORE RITA      TRIPODI-TRIOLO     AIELLO-VACCARO      CAMPIONE-SANFILIPPO

FONTANAZZA-CIBALLI    ZICARI-MANDINA      FIORINO-CIMMINISI     CIGNA-MICCICHE’

ZINGALI-PELONERO     LIMA-LUNETTO     CURRERI-MONTALBANO     MILAZZO-GALANTE

GUARINO-POMO RITA     ZAPPULLA-LIPARI     MAIRA-FONTI

FOTOGRAFIE

GALLERIA FOTOGRAFICA RONDE DELLE ZOLFARE

 

XIX Ronde delle Zolfare – Mario Passanante asso pigliatutto

Una tre giorni ricca di storia, cultura e splendidi paesaggi. Domenica 10 maggio, al Feudo Principi di Butera, si è conclusa la XIX edizione della Ronde delle Zolfare, gara di regolarità a strumentazione libera inserita nel calendario nazionale A.S.I. 2015. La sfida di organizzare una gara su tre giorni ha ampiamente ripagato le aspettative dell’organizzazione ma soprattutto degli equipaggi iscritti. Alle ore 17 in punto di venerdì 8 maggio, da Piazza Garibaldi a Caltanissetta; Mario Passanante, campione italiano A.S.I. 2014 sulla sua Fiat 1100/103 è partito dando inizio alla gara. La carovana, scortata da due agenti della Polizia Stradale che aprivano e chiudevano il lungo serpentone di auto, si è diretta verso la cittadina di Montedoro dove si è per primo visitato il piccolo e suggestivo Museo Delle Zolfare per poi assistere ad uno spettacolo sui fenomeni della volta celeste all’interno del Planetario; un filo conduttore dalle viscere della terra all’infinito del cielo con in mezzo l’uomo. Dopo la cena ,consumata in un tipico locale a Montedoro, la carovana degli equipaggi si è diretta verso Marina di Butera – nei pressi del castello di Falconara – per pernottare presso il prestigioso “Falconara Charming House Resort”. Sabato mattina una splendida giornata di sole ha dato il buongiorno ai partecipanti che si sono diretti verso Realmonte per un’esclusiva visita guidata alla miniera di sale della Italkali. Con dei mini-bus si è scesi, attraverso le gallerie scavate nel sale, a circa 100 metri di profondità. Una prima sosta ha permesso agli equipaggi di ammirare la chiesa, denominata la “Cattedrale di Sale”, dove sono stati ricavati scolpendo la roccia statue e suppellettili. Si è poi continuata la visita con una seconda sosta al così detto “Rosone” una figura formata da cerchi concentrici di colori scuri e chiari alternati. Risaliti in superficie ci si è spostati al Kartodromo La Concordia, nei pressi di Favara, dove ,dopo la sosta pranzo, sono state effettuate delle impegnative prove cronometrate in pista. Nel pomeriggio, in attesa di affrontare l’ultima serie di prove cronometrate, la carovana dei partecipanti ha goduto di un lungo break presso il porto “Marina di Cala del Sole”, il moderno porto turistico di Licata. La giornata di sabato si è conclusa con la cena di gala al Falconara Resort. Domenica 10 maggio, ultimo giorno di gara, si è iniziato con una serie di pressostati che sono stati il prologo alla visita del “Feudo Principi di Butera”. La Famiglia Zonin, proprietaria del Feudo Principi di Butera è impegnata ad esaltare la nostra terra, ricca di sole e di profumi, producendo vini di classe mondiale. Dopo pranzo la cerimonia di premiazione. Per ciò che concerne l’aspetto prettamente agonistico 35 equipaggi su Alfa Romeo, Lancia, Fiat, Ferrari, MG, Porsche, Wolkswagen, Triumph, BMW e una splendida e pezzo unico FIAT 1100 Barchetta “Tornatore” si sono dati battaglia sui 52 pressostati affrontati sui 60 previsti – la prova di Montedoro di 8 pressostati è stata annullata -. Mario Passanante, come da pronostico, è stato l’asso pigliatutto. Il campione italiano, navigato dalla signora Pisciotta Anna Maria, ha sbaragliato il campo aggiudicandosi non solo la gara ma anche il memorial “Ninni Aiello” e il raggruppamento Classic. Passanante, sulla sua Fiat 1100/103, ha totalizzato 132 penalità nette con una media di 2,53 centesimi di secondo. Posto d’onore per l’equipaggio Accardo Angelo e Messina Linda su Fiat 1100/103 E con 164 penalità nette e una media di 3,15 centesimi di secondo. Terzi assoluti l’equipaggio formato da Catalano Alberto e Vario Anna anche loro su Fiat 1100/103 con 287 penalità nette ed una media di 5,51 centesimi di secondo. Quarto l’equipaggio, tutto nisseno, composto da Aiello Alessandro – Vaccaro Tanino su Ferrari Dino 208 con 445 penalità nette ed una media di 8,55 centesimi di secondo, ed infine quinto ed ultimo equipaggio premiato Pirrone Luca navigato dal papà Emilio su Lancia Fulvia Coupè con 470 penalità nette ed una media di 9,03 centesimi di secondo. L’organizzazione ringrazia di cuore tutti coloro che hanno partecipato alla gara dimostrandoci la loro fiducia, il Comune di Caltanissetta e quello di Montedoro per la preziosa collaborazione, la Polizia Stradale che con la sua presenza ha dato lustro e sicurezza alla manifestazione, tutti gli sponsor per il sostegno dato alla manifestazione, i commissari di percorso dell’A.C.I., il Commissario A.S.I. Giampiero Cutaia e tutti coloro che direttamente o indirettamente hanno collaborato all’organizzazione della manifestazione. Un grande e particolare ringraziamento va dato all’equipe dei cronometristi A.S.I., capitanati da Alessandro Stentella, perché con grande sacrificio, dopo che il loro volo era stato cancellato per le note vicende accadute all’aeroporto di Roma, si sono sobbarcati una lunga ed estenuante maratona automobilistica per essere presenti e puntuali al loro posto il sabato mattina. Arrivederci a tutti alla XX Ronde Delle Zolfare

Classifica generale          Classifica Memorial Ninni Aiello          Classifica Raggruppamenti